Volkswagen segna record in consegne, fatturato e utili

FinanzaVolkswagen

Nel 2007 il Gruppo Volkswagen ha raggiunto nuovi record per quanto riguarda consegne, fatturato e profitti. “È stato di gran lunga l’anno migliore di tutta la storia dell’Azienda” ha affermato il Prof. Dr. Martin Winterkorn, Presidente del Gruppo, in occasione della presentazione dei dati di bilancio a Wolfsburg.

“Abbiamo dimostrato con forza il potenziale eccezionale che ha questa Azienda e ciò si rispecchia molto concretamente nelle nostre cifre”. Il fatturato è cresciuto del 3,8%, arrivando a 108,9 miliardi di Euro; il risultato operativo è più che triplicato: 6,2 miliardi di Euro. Il risultato ante imposte è stato di 6,5 miliardi di Euro e ha nettamente superato l’obiettivo di 5,1 miliardi originariamente pianificato per il 2008. “Questo significativo miglioramento è frutto del successo dei nostri prodotti e della nostra severa disciplina in fatto di costi e investimenti”, ha dichiarato il Responsabile Finanziario Hans Dieter Pötsch. Con una rendita di capitale per il settore automobilistico del 9,5%, dopo il 2,1% dell’anno precedente, si coprono non soli i costi di capitale, ma si supera anche il tasso di rendimento del 9%.

L’offensiva dei modelli introdotta si è dimostrata efficace: con circa 6,2 milioni di veicoli consegnati in tutto il mondo, il Gruppo ha superato dell’8% il valore dell’anno precedente, stabilendo così un record storico. Tutte le 8 Marche del Gruppo hanno contribuito a questa crescita.

E anche per il futuro il Consiglio di Amministrazione ha fissato obiettivi ambiziosi. “Entro il 2011 vogliamo raggiungere gli 8 milioni di veicoli” ha detto Winterkorn. Inoltre, nei prossimi anni il Gruppo Volkswagen si concentrerà sistematicamente su soluzioni di mobilità per i singoli Paesi. “La nostra gamma di modelli sarà concepita su misura per le esigenze dei vari mercati”. Il Gruppo vuole ampliare la propria posizione anche nelle aree principali, quali la Germania, l’Europa Occidentale e il Nord America.

Per raggiungere gli obiettivi, entro il 2010 saranno introdotti nel mercato oltre 20 nuovi modelli. Con questa offensiva di prodotto il Gruppo Volkswagen amplierà decisamente la propria gamma e rafforzerà segmenti come quelli dei SUV, dei furgoni e dei pickup.

L’ampliamento dell’offerta verrà accompagnato da una produttività in netta crescita, che annualmente dovrebbe raggiungere circa il 10%. Il “Volkswagen Way” e il processo di miglioramento continuo sono strumenti importanti, che saranno sviluppati e utilizzati sistematicamente.

Per il primo costruttore di automobili d’Europa la tutela dell’ambiente continua ad avere massima priorità. L’obiettivo è quello di ridurre la dipendenza da fonti di energia fossili come petrolio e gas e sarà raggiunto, per esempio, ottimizzando le tecnologie dei motori TDI e TSI, abbinandole all’innovativo cambio DSG a doppia frizione. Al tempo stesso il Gruppo continuerà la ricerca di sistemi di trazione alternativi come gli ibridi, le celle a combustibile e i motori elettrici “plug-in”. Al recente Salone dell’Automobile di Ginevra è stata presentata la concept Golf TDI Hybrid, che permette un consumo di soli 3,4 litri di gasolio ogni 100 km e un’emissione di CO2 pari a 89 g/km.

Grazie all’acquisizione del pacchetto di maggioranza della svedese Scania AB, produttrice di veicoli pesanti, il Gruppo Volkswagen ha sottolineato il proprio impegno nel settore dei veicoli industriali. “Per Scania è un passo storico verso una struttura azionaria chiara e a lungo termine. Noi ci impegneremo con Scania e insieme sfrutteremo in modo ancora più mirato le opportunità offerte dal mercato” ha dichiarato il Presidente.

Winterkorn ha inoltre sottolineato come l’annuncio del Consiglio di Amministrazione della Porsche Automobil Holding SE di aumentare il pacchetto azionario della Volkswagen AG sia un fattore assolutamente positivo: “ci auguriamo che la nostra collaborazione diventi presto ancora più stretta”.

Sviluppo dei profitti del 2007
Il Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen per la Finanza – Hans Dieter Pötsch – ha dichiarato che il fatturato del Gruppo nel 2007 è aumentato del 3,8%, arrivando a 108,9 miliardi di Euro, mentre i costi delle vendite solo dell’1,7%. Il risultato operativo è passato da 2 a circa 6,2 miliardi di Euro. Il margine operativo è cresciuto da 1,9% a 5,6%. Il risultato ante imposte è salito a 6,5 miliardi di Euro (2007: 1,8). Il Gruppo Volkswagen ha ottenuto un risultato di 4,1 miliardi di Euro al netto delle imposte rispetto ai 2,8 miliardi dell’anno precedente.

Anche gli azionisti approfitteranno di questa evoluzione positiva. Il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Sorveglianza proporranno all’Assemblea Generale di aumentare i dividendi a 1,80 (1,25) Euro per azione ordinaria e a 1,86 (1,31) Euro per azione privilegiata.

La gestione disciplinata di costi e investimenti ha portato nuovamente a un deciso aumento della liquidità netta nella Divisione Automotive, che è passata da 6,3 a 13,5 miliardi di Euro. Il cash flow netto è cresciuto da 1,5 miliardi a 7,1 miliardi di Euro. La percentuale di investimenti in proprietà, impianti ed equipaggiamenti è salita dal basso livello del 3,8% dell’anno 2006 al 4,6%. A medio termine la Volkswagen si aspetta di mantenere una percentuale di investimenti al livello competitivo del 6% circa.

Risultato operativo per Marche e settori commerciali
“Tutte le Marche e il settore dei Servizi Finanziari hanno migliorato il proprio risultato operativo” ha sottolineato Pötsch. La sola Volkswagen ha incrementato i propri utili di ben un miliardo, portandoli a 1,9 miliardi di Euro.

La Audi ha registrato una crescita del 32% (2,7 miliardi di Euro) e la Škoda del 38% (712 milioni di Euro). La Volkswagen Veicoli Commerciali ha più che raddoppiato il risultato operativo, che ha raggiunto i 305 milioni di Euro. Con 8 milioni di Euro la SEAT ha raggiunto il nero, dopo la perdita di 159 milioni di Euro dell’anno scorso. La Bentley ha incrementato del 13% il proprio risultato operativo rispetto all’anno precedente, toccando i 155 milioni di Euro. Anche la Lamborghini ha registrato una crescita positiva. La divisione dei Servizi Finanziari è migliorata del 14%, contribuendo con circa un miliardo al risultato operativo del Gruppo.

Previsione
L’inizio del 2008 è stato ottimo. Con 952.500 consegne a Clienti nel periodo gennaio/febbraio è stato superato di 10,5% il risultato dell’anno precedente. Degni di nota sono i risultati di Volkswagen, Škoda e Volkswagen Veicoli Commerciali.

Grazie a questi primi dati Winterkorn è fiducioso anche per i risultati dei prossimi mesi: a seguito del previsto aumento nelle vendite, il fatturato del Gruppo Volkswagen nel 2008 supererà quello dell’anno precedente. L’ulteriore ottimizzazione dei processi e una costante e sistematica disciplina dei costi influiranno positivamente sull’evoluzione dei profitti. “In generale riteniamo che il risultato operativo del Gruppo Volkswagen dell’anno in corso supererà il valore del 2007” ha affermato Winterkorn.

Non si potrà tuttavia contare sul supporto dell’economia globale, visto che si prevedono tassi di crescita inferiori a quelli del 2007. “Ci muoviamo in un ambiente che non ci rende certo le cose più facili”, afferma Winterkorn. “Per la rendita del capitale nella Divisione Automotive il Gruppo Volkswagen ha un obiettivo a medio termine superiore al 10%. Condizione indispensabile è continuare a gestire correttamente costi e investimenti”, ha concluso Pötsch.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *