Volvo Cars e Autoliv, da oggi operativa la joint venture Zenuity

MotoriVolvo

Diventa oggi operativa Zenuity, la joint venture creata da Volvo Cars e Autoliv. Zenuity è un nuovo operatore nel mercato globale in espansione dei sistemi software per la guida autonoma e rappresenta il primo esperimento di collaborazione fra una Casa automobilistica del segmento di lusso e un fornitore di primo livello finalizzata allo sviluppo di sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e tecnologie per la guida autonoma (AD).

“Volvo Cars ha deciso di sfruttare le sinergie fra il proprio know-how e quello di Autoliv per creare un leader mondiale nell’ambito dei sistemi di sicurezza legati alla guida autonoma. Con l’avvio delle attività operative da parte di Zenuity ci avviciniamo ulteriormente all’obiettivo di rendere disponibile a tutti questa entusiasmante tecnologia,” ha commentato Håkan Samuelsson, Presidente e CEO di Volvo Cars.

“Zenuity ci consentirà di realizzare robuste soluzioni per la guida autonoma che saranno un punto di riferimento a livello mondiale. L’esperienza di Autoliv, leader mondiale nei sistemi di sicurezza automobilistica, insieme a quella di Volvo Cars, Casa automobilistica specializzata in vetture di lusso, garantirà lo sviluppo di soluzioni che rispondano alle esigenze di chi viaggia a bordo di un veicolo in condizioni stradali e di traffico reali”, ha dichiarato Jan Carlson, Presidente & CEO di Autoliv.

“Negli ultimi nove mesi abbiamo lavorato sodo per far sì che Zenuity potesse diventare operativa e sono molto contento che questo momento sia arrivato. L’interesse iniziale in Zenuity dimostrato dalle Case automobilistiche è estremamente incoraggiante e confidiamo di diventare leader nello sviluppo della prossima generazione di automobili più sicure e più automatizzate,” ha aggiunto Dennis Nobelius, CEO di Zenuity.

Alla chiusura dell’operazione, prevista per oggi, l’investimento di Autoliv nella joint venture sarà complessivamente di 1,1 miliardi di SEK. L’investimento è costituito in gran parte da un conferimento iniziale in denaro, ma include anche la proprietà intellettuale, il know-how e il personale. Dal canto suo, Volvo Cars contribuirà alla joint venture apportandovi proprietà intellettuale, know-how e personale. Come già anticipato, Volvo Cars e Autoliv avranno una partecipazione nella joint venture del 50% ciascuna. Il primo annuncio riguardante la creazione della joint venture risale al settembre del 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *