Presentata oggi a Milano e a Rimini la quarta edizione di My Special Car Show

AnticipazioniMotoriMy Special Car Show

Alfredo Cazzola, presidente di Promotor International che organizza la manifestazione per il terzo anno consecutivo, ha aperto l’incontro con la stampa: “Siamo molto orgogliosi che per il quarto anno consecutivo My Special Car Show sia ospitata a Rimini Fiera, un bellissimo quartiere fieristico; siamo anche molto soddisfatti della crescita della manifestazione, avvenuta per soddisfare le crescenti richieste ed esigenze delle aziende del settore.

A tal proposito desidero ringraziare per il settore Tuning Renato Gallo, presidente ASCAR (Associazione Produttori e Distributori di Accessori e Componenti Speciali per Autoveicoli) e Alberto Traldi, che oggi qui rappresenta ANDEC (Associazione Nazionale Distributori Elettronica Civile) che, insieme a MSC – Motorsport Safety Council (Consorzio di Aziende Costruttrici di equipaggiamenti di sicurezza per le auto sportive) confermano il loro appoggio alla manifestazione concedendo il patrocinio già da tre anni. Un importante segnale della crescita della manifestazione è l’aumento del numero delle Case Automobilistiche che hanno scelto di partecipare: Bmw con il marchio Mini, Citroen, DaimlerChrysler con il marchio smart, Fiat, Opel, Peugeot e Subaru hanno confermato la loro presenza, e per l’edizione 2006 si sono aggiunte Kia, Peugeot, Seat e Volkswagen. L’altra importante anima della manifestazione è certamente rappresentata da una nicchia significativa di appassionati che, grazie ai raduni, hanno la possibilità e il piacere di esporre in fiera le loro creazioni.
I numeri della manifestazione sono in netta crescita: questa edizione di My Special Car Show conta 77.644 metri quadrati (+53% rispetto al 2005) di superficie espositiva occupata, 305 espositori fra diretti e rappresentati (di cui 114 stranieri) 18 padiglioni occupati (di cui 9 espositivi e 9 dedicati ai raduni) 1800 automobili personalizzate in esposizione e 18 fra gruppi editoriali e radiofonici presenti”.

Alfredo Cazzola ha poi passato la parola a Gian Primo Quagliano, direttore del Centro Studi Promotor, che ha dichiarato: “Sulla base dell’andamento della prima quindicina di marzo, si può stimare che le immatricolazioni del primo trimestre di quest’anno possano arrivare a 700.000 unità, una buona base di partenza per raggiungere la previsione di 2.230.000 immatricolazioni per tutto il 2006 che abbiamo formulato al Motor Show di Bologna. Per il mercato del tuning non esistono dati ufficiali, ma il Centro Studi Promotor elabora stime che riteniamo attendibili. Su questa base si può affermare che il mercato del Tuning e del Car Entertainment in Italia è negli ultimi anni in crescita: il totale del giro d’affari del 2005 è di circa 1 milardo e 204 milioni di euro, con un incremento dell’11% rispetto al 2004, così suddiviso: settore del Tuning 368 milioni di euro (+5,1%) Car Audio/Video e Car Entertainment 372 milioni di euro (+33,3%) grazie soprattutto ai navigatori satellitari e pneumatici e cerchi 464 milioni di euro (+3,1%)”.

Giada Michetti, Direzione della Comunicazione del gruppo Promotor International, ha poi introdotto i temi del Salone: “I numeri del mercato che ha appena dato Gian Primo Quagliano testimoniano il diffondersi della passione per la personalizzazione e anche il desiderio di una maggiore attenzione legislativa nei confronti di una parte di mercato spesso penalizzata da numerose complessità burocratiche. Per questo motivo, a Rimini non mancherà l’occasione di confrontarsi con i maggiori esperti del settore sulle prospettive economiche, istituzionali e legislative italiane ed europee del settore del Tuning e del Car Entertainment, per un totale di 8 tra convegni e conferenze stampa.
La giornata inugurale di venerdì 31 marzo si aprirà con la tradizionale conferenza stampa sul mercato del tuning organizzata dal Centro Studi Promotor. Seguirà un convegno dal titolo “Componenti per auto in aftermarket. Aspetti di mercato e normativi” moderato da Gian Primo Quagliano e che vedrà intervenire come relatori Renato Gallo (ASCAR) e Emmanuel Nucci (ETO); a trarre le conclusioni del convegno sarà il sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Onorevole Mauro Del Bue, che taglierà anche il nastro del Salone, a conferma dell’impegno di Promotor International di volere, per questo settore, momenti di incontro con le istituzioni. Il pomeriggio della prima giornata continuerà con una tavola rotonda organizzata da Editoriale Domus con Quattroruote e Car Emotion e Promotor International con il Centro Studi Promotor. L’incontro sarà incentrato sul tema delle serie speciali presenti nei listini delle grandi Case automobilistiche. Al dibattito, moderato da Mauro Tedeschini, direttore di Quattroruote, prenderanno parte sia esponenti dell’area Marketing di diverse Case Auto sia rappresentanti delle Aziende partner di queste iniziative. Il CSP presenterà inoltre una ricerca sul tema “Le serie speciali: problema o opportunità?” condotta presso un campione di concessionari italiani di automobili.
Inoltre a Rimini avrà luogo, per il terzo anno consecutivo, un importante evento nel campo del tuning nel nostro Paese: la cerimonia di assegnazione del premio AUTO EUROPA TUNER 2006, istituito nel 2004 proprio in occasione della manifestazione riminese da UIGA, Unione Italiana Giornalisti dell’Automobile.
Il premio UIGA AUTO EUROPA TUNER 2006, consistente in un trofeo artistico, viene attribuito annualmente alla Casa automobilistica che fornisce o consiglia ufficialmente un kit di elaborazione per una vettura di serie.
ASCAR, (Associazione Produttori e Distributori di Accessori e Componenti Speciali per Autoveicoli) propone poi per il secondo anno consecutivo a Rimini il Premio ASCAR per il design industriale, riservato ai prodotti tuning delle aziende associate ASCAR.
Per quanto riguarda i raduni, è alla terza edizione My Special Club, il più grande raduno italiano dedicato ai club di Tuning. Un evento che quest’anno occuperà tutta l’ala ovest del quartiere fieristico di Rimini, per un totale di sette padiglioni. La grande novità del 2006 sarà un’area totalmente dedicata al divertimento e all’intrattenimento: sul palco musica, giochi e premiazioni senza interruzioni. Sono già 1000 le auto iscritte nell’area dedicata a My Special Club e 110 i club presenti. Saranno premiate le 22 auto personalizzate più belle, il club più numeroso, quello proveniente da più lontano; inoltre, verranno assegnati 14 riconoscimenti speciali fra cui spiccano quello per la vettura elaborata più elegante, il premio per la miglior verniciatura e quello per la miglior personalizzazione al femminile.
Blaupunkt e Castrol, partner insieme a Red Bull di My Special Club, metteranno in palio altri premi per i partecipanti al raduno.
Ma questo non è il solo evento eccezionale che My Special Car Show regalerà a tutti gli appassionati. Infatti, il 31 marzo il Salone dell’Auto Speciale e Sportiva ospiterà un momento unico: l’arrivo del Rally della Stampa, Memorial Raffaella Govoni, gara automobilistica che per due giorni vedrà settanta giornalisti italiani del settore automotive, della stampa sportiva e non, sfidarsi al volante in una competizione che attraverserà buona parte dell’Emilia Romagna. Le settanta automobili partecipanti arriveranno nel pomeriggio di venerdì 31 marzo all’interno di My Special Car Show.

Renato Gallo, presidente ASCAR, ha poi proseguito:”La crescita della manifestazione riminese dimostra la maturità del settore del Tuning e del Car Entertainment. Oramai anche per le Case automobilistiche – e lo dimostrano diverse recenti campagne pubblicitarie – il linguaggio del Tuning è un linguaggio comprensibile e normale: le Aziende che appartengono al settore Tuning hanno introdotto sul mercato delle innovazioni che spesso sono state recepite dalle Case e si è dimostrato precursore delle richieste di una consistente fetta di mercato. ASCAR si è consorziata con le Associazioni di riferimento di altri paesi europei e ha creato ETO (European Tuning Organization) l’Associazione Europea del Tuning.”

Alfredo Cazzola ha poi concluso l’incontro:”In questi tre anni il Salone si è consolidato, in linea con la crescita del mercato, grazie anche alla collaborazione con le Associazioni di categoria di riferimento. Oggi nello scenario europeo My Special Car Show occupa il secondo posto per completezza espositiva. Lo scorso anno abbiamo avuto circa 5.000 operatori professionali presenti e più di 80.000 visitatori. Siamo quindi fiduciosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *