Rino Barillari, la Dolce Vita a Gerusalemme

CinemaSocietà

La Dolce Vita” di Federico Fellini compie cinquant’anni e l’Istituto Italiano di Cultura di Tel Aviv e l’Associazione Culturale Golda International Events promuovono, presso il Jerusalem Film Festival – la kermesse cinematografica più prestigiosa del Medio Oriente – una mostra fotografica di Rino Barillari, “The King of Paparazzi”, dedicata all’epoca della Dolce Vita. La mostra “La mia Dolce Vita” inaugurerà il 12 luglio a Gerusalemme presso la Cinematica di Gerusalemme. Il pubblico israeliano e internazionale potrà così vivere, attraverso gli scatti di Barillari, l’atmosfera speciale della Dolce Vita romana.
La Dolce Vita
Quando uscì nelle sale “La Dolce Vita” di Federico Fellini, Roma viveva una stagione irripetibile che prese poi il nome dalla pellicola felliniana. Quella Roma raccontata da un riminese minse in mostra la Via Veneto di quegli anni sotto i riflettori di tutto il mondo.

Erano gli anni del boom economico, Cinecittà era la diventata “Hollywood sul Tevere”. Proprio in questo contesto iniziò a lavorare Rino Barillari, il fotografo che immortalò tutti i volti delle dive e delle celebrità dell’epoca della Dolce Vita romana. Rino era soprannominato il “cucciolo dei reporter”, all’età di 14 anni prese un treno da Limbadi (Calabria) che lo portò a Roma. Da li ebbe inizio la sua avventura di fotografo, nelle vie del centro della città, cuore pulsante della Roma mondana della Dolce Vita. In poco tempo Rino divenne “Er King”, com’è ancora noto oggi. La mostra “La mia Dolce Vita” immortala le star italiane ed internazionali in momenti di vita quotidiana a Roma durante gli anni ’60 proprio grazie all’occhio di Barillari: da Sofia Loren a Audrey Hepburn, da Marcello Mastroianni a Peter O’Toole, gli scatti di Barillari ricompongono il ritratto di una stagione unica, che fu quella della Dolce Vita.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *