Rufus Wainwright: stasera sul Palco dell’Ariston per la promozione di “Vibrate: The best of ”

Musica

Sarà disponibile da giovedì, 20 febbraio, nei negozi tradizionali e negli store digitali “Vibrate: The Best Of”, la raccolta di Rufus Wainwright contenente i brani più significativi della sua carriera che hanno contribuito a renderlo uno dei talenti più innovativi dell’intera scena musicale contemporanea.

Alla versione standard del CD, che include il brano inedito Me And Liza (finalmente disponibile per la programmazione radiofonica) scritto in coppia con Guy Chambers (co-autore tra l’altro dei più grandi successi di Robbie Williams tra cui “Angels”, “Feel” e “No Regrets”), verrà affiancata anche una Deluxe Edition che comprende un bonus disc con 16 rari brani in studio e dal vivo.

Rufus sarà protagonista domani della seconda serata del Festival di Sanhremo dove canterà una cover di “Across the Universe” dei Beatles e la sua “Cigarettes and Chocolate Milk”, contenuta nella raccolta “VIBRATE: THE BEST OF RUFUS WAINWRIGHT”. Per presentare l’album al pubblico italiano, l’artista canadese sarà protagonista di un tour che toccherà anche l’Italia per due date già confermate: venerdì 4 Aprile al Teatro Grande di Brescia e martedì 8 Aprile al Teatro Duse di Bologna.

Rufus Wainwright è uno dei più grandi cantautori della sua generazione: come pochi ha saputo approcciare il pop con acutezza, rimodellandolo secondo diverse attitudini ed una scrittura sapiente tanto che Elton John lo ha definito “il più grande songwriter sul pianeta”. Oltre ad aver duettato con Robbie Williams nella title-track del suo ultimo album, “Swings Both Ways”, Rufus ha collaborato con molti prestigiosi artisti tra cui Elton John, Lou Reed, Shirley Bassey, Antony, David Byrne, Joni Mithchell, Boy George, Robert Wilson, Mark Ronson. Nei suoi innumerevoli tour in giro per il mondo ha avuto l’occasione di calcare (sia in solo che con la band) i palcoscenici più prestigiosi del mondo, da Glastonbury alla Royal Opera House, passando per Radio City Music Hall, Hollywood Bowl e la Carnagie Hall, dimostrando ovunque le sue incredibili qualità di showman.

Un personaggio così creativo ed istrionico con un approccio sonoro totalmente unico nel suo genere tale da permettergli di spaziare dal rock, all’opera, al teatro, alla danza e alle colonne sonore, non poteva non attirare a sé anche il mondo del tanto che la sua musica è finita in colonne sonore di film campioni di incasso, tra cui Shrek, The Aviator, Brokeback Mountain, Moulin Rouge, Mi Chiamo Sam, Juno e Zoolander.

A tutto questo si aggiungono anche diversi premi importanti come i 2 Juno Awards nel 1999 e nel 2002, una candidatura ai Genie Awards (best original song) nel 1989 a soli 15 anni, una nomination ai Brit Awards (best international artist) nel 2008 ed una ai Grammy Awards nel 2009 (best vocal).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *