SanDisk SSD G3, la piu’ veloce al mondo

SanDiskTecnologia

SanDisk presenta oggi la sua gamma di terza generazione di solid-state drives (SSD). Grazie all’utilizzo della tecnologia di memoria flash multi-level cell (MLC) NAND, la Serie G3 di SanDisk stabilisce un nuovo punto di riferimento nel settore delle SSD sia per prestazioni sia per leadership nel rapporto tra qualità e prezzo.
SanDisk SSD G3
Realizzato per sostituire facilmente gli HD tradizionali nei PC portatili, i primi prodotti della gamma SanDisk G3 sono le SSD C25-G3 e le SSD C18-G3, rispettivamente per gli standard da 2,5” e 1,8”, ciascuno disponibile con interfaccia SATA-II. Disponibili con capacità di 60, 120 e 240GB. Le SSD G3 sono cinque volte più veloci degli HD da 7.200 RPM e più di due volte rispetto alle SSD vendute nel 2008, con un accesso ai dati di 40.000 vRPM1 e anticipando le prestazioni sequenziali di 200MB/s in lettura e 140MB/s in scrittura3.

Le SSD G3 sono in grado di garantire una Longterm Data Endurance (LDE) di 160 terabyte written (TBW) per la versione da 240GB, sufficiente per garantire una durata di 100 anni considerando un tipico utilizzo quotidiano.

“La SSD G3 di SanDisk è venuta incontro alla richiesta di SSD da 120GB con un prezzo inferiore ai $250 e con una fantastica user experience” afferma Rich Heye, sr. vp e general manager, per la business unit Solid State Drives (SSD) di SanDisk. “Tre importanti funzionalità sviluppate da SanDisk permettono questa innovazione: un nuovo algoritmo SSD chiamato ExtremeFFSTM che consente prestazioni in scrittura random potenzialmente migliorabili di 100 volte rispetto ai convenzionali algoritmi, oltre che un affidabile memoria NAND flash da 43nm multi-level cell (MLC) all bit-line (ABL) e un nuovo controller SSD di SanDisk, che lega insieme la memoria NAND e l’algoritmo.”

“Con ampie capacità di memorizzazione e prezzo aggressivo, le SSD sono i dispositivi per la memorizzazione più indicati per entrare nel settore dei notebook per le aziende nel 2009.” “Vista l’attuale congiuntura economica, i corporate IT manager hanno inoltre espresso il desiderio di estendere la vita operativa dei notebook esistenti”, ha aggiunto Heye. Questi notebook sono già predisposti per il DRAM, e ideati per venire incontro alle aspettative degli utenti in termini di prestazioni. I notebook attualmente sul mercato con WinXP possono essere equipaggiati con una SSD da 60GB con soli $149, consentendo al sistema maggiori performance rispetto all’utilizzo del tradizionale HD, ritardando in tal modo la necessità di grandi acquisti attraverso l’investimento di ingenti capitali.”

“Web-Feet Research ha sostituito il vecchio HD con una SSD in notebook vecchi di tre anni riscontrando un miglioramento nei tempi di accesso al boot, nel caricamento delle applicazioni e nella generale velocità di risposta del sistema che, in molti casi, supera quella che un nuovo notebook con un HD può fornire,” afferma Alan Niebel, Principal in Web-feet Research. “In questi tempi di sfida economica, gli IT manager cercano modalità per ridurre la spesa in infrastrutture informatiche senza influire sulla produttività e la soluzione SSD G3 di SanDisk consente di ritardare la spesa di sostituzione dei notebook di circa due anni, con costi minimi.”

La SSD G3 di SanDisk sarà disponibile sul mercato a metà 2009, nella configurazione da 2,5” PATA adatta proprio per i notebook. Inoltre, la nuova SSD G3 di SanDisk, sarà disponibile sul sito sandisk.com per i fan del fai da te. “Il miglioramento che fornisce la SSD rende unica l’esperienza di utilizzo del computer come nessun altro dispositivo può fare,” ha concluso Heye.

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *