Sonic Software presenta la famiglia di prodotti ESB 7.0

SoftwareSonic Software

Sonic Software, inventore e principale fornitore dell’Enterprise Service Bus (ESB) e unità operativa di Progress Software Corporation, annuncia la disponibilità della più recente release di Sonic ESB®, il fulcro dell’offerta Sonic Software per le infrastrutture SOA (Service Oriented Architecture).

La release Sonic ESB 7.0 include un nuovo ambiente di sviluppo basato su Eclipse che accelera in maniera significativa la modellazione, configurazione, test e implementazione di architetture SOA distribuite su larga scala. In aggiunta, Sonic ESB 7.0 introduce l’implementazione di standard Web Service avanzati per contesti “mission critical”.

“E’ ironico constatare che, sebbene la missione delle SOA sia quella di demolire i silos creati da architetture monolitiche, la maggior parte dei prodotti SOA sia però ancora strettamente legata a quel tipo di approccio. E questo per il semplice fatto che si limitano a progetti su piccola scala che operano in maniera centralizzata sotto il controllo di un solo team. Grazie all’avanzata infrastruttura SOA di Sonic ESB 7.0 e il relativo set di strumenti, Sonic è in grado di soddisfare le sfide reali che gli utenti SOA devono affrontare quando passano ad implementazioni reali distribuite su larga scala”, ha dichiarato Gordon Van Huizen, vice president Sonic Products. “Inoltre, con Sonic ESB 7.0 offriamo la prima implementazione di Web Services avanzati per contesti “mission critical”, che va ben oltre quanto offerto dagli altri prodotti di mercato”.

Ambiente di sviluppo basato su Eclipse
Il nuovo Sonic Workbench™ 7.0 basato su Eclipse offre un set di strumenti integrato per semplificare il ciclo di vita del progetto con le seguenti funzionalità:

• Modellazione del processo – offre un’interfaccia grafica tipo “drag-and-drop” con relativa definizione dei processi di business basata su standard, tutto ciò consente agli analisti di creare flussi di processo che utilizzano servizi distribuiti e di collaborare in maniera più efficace con gli architetti;
• Configurazione – permette agli architetti e agli sviluppatori di creare servizi e di implementare flussi di processi su ESB segmentati utilizzando modelli di configurazione “point-and-click” guidati da metadati, preservando al tempo stesso la possibilità di operare direttamente sul codice con viste “drill down”;
• Test & debug – offre la possibilità di testare ed effettuare il debug dei processi ESB sul desktop e negli ambienti di test, oltre alla capacità di diagnosi dei problemi in implementazioni distribuite. Sonic offre il primo “ESB Process Debugger” distribuito all’interno di Eclipse, che permette agli sviluppatori di visualizzare ed effettuare il debug di un processo in esecuzione che utilizza diversi servizi distribuiti. Sonic consente inoltre il “visual step-through debugging” a caldo di processi distribuiti e cioè senza interrompere altri processi in corso;
• Rilascio in esercizio – riduce il rischio associato alla gestione delle modifiche in ambienti SOA complessi determinando le dipendenze di applicazioni e processi di business compositi e analizzando l’impatto legato al rilascio di tali processi nell’ambiente di produzione.

“Diversi anni fa, Online Business Systems aveva visto l’opportunità di aiutare i propri clienti ad adottare le architetture orientate ai servizi come modo per acquisire agilità e ridurre i costi dell’IT. Abbiamo siglato una partnership con Sonic Software per realizzarla con l’enterprise service bus e non siamo rimasti delusi”, ha commentato Tim Siemens, CTO di Online Business Systems. “SOA introduce potenzialità di sviluppo uniche che gli strumenti di sviluppo tradizionali non sono in grado di gestire. Sonic ESB 7.0 fornisce una nuova gamma di tecnologie basate su Eclipse che non hanno rivali in termini di produttività per gli sviluppatori, semplificando enormemente il ciclo di vita del progetto SOA nelle fasi di modellazione, sviluppo, test e rilascio in produzione. Ci permetterà di estender ancora di più la nostra esperienza in termini di modellazione dei processi, garantendo un maggiore allineamento tra le esigenze degli enti business e le capacità degli enti IT”.

Web Service avanzati
Sonic ESB 7.0 offre un’implementazione di Web Services avanzati per contesti “mission critical” adottando una comunicazione sicura e affidabile tra i servizi: WS-ReliableMessaging, WS-Addressing, WS-Security e WS-Policy. L’implementazione Sonic ESB 7.0 protegge sistemi SOA complessi e distribuiti da problemi legati alle comunicazioni traendo vantaggio dall’architettura CAA™ (Continuous Availability Architecture) di Sonic. In caso di malfunzionamento, Sonic ESB 7.0 garantisce che le comunicazioni di tipo Web Service ripartano immediatamente, eliminando i lunghi tempi di recovery normalmente impiegati da prodotti hardware e software tradizionali. Inoltre, i processi distribuiti e l’architettura DRA (Dynamic Routing Architecture™) unici di Sonic ESB ottimizzano le prestazioni e semplificano la manutenzione di Web service orchestrati su LAN e WAN.

In aggiunta, Sonic ESB 7.0 estende l’architettura CAA per ambienti ad elevato “throughput”. “CAA Fast-Forward” è la prima tecnologia a standard JMS che elimina i colli di bottiglia generati dalla scrittura su disco, offrendo un throughput di un’ordine di grandezza maggiore rispetto a quello di qualunque altro sistema di messaggistica del mercato. Tutti i servizi Sonic ESB 7.0, inclusi i nuovi avanzati Web Service, sono in grado di sfruttare al massimo questa potenzialità.

“Sonic ESB permette a Tarrant County di offrire le informazioni corrette alla persona giusta al momento giusto, e rappresenta un elemento chiave della strategia SOA della contea”, ha aggiunto Mark O’Neal, Integrated Justice Project Manager in Tarrant County, Texas, una delle comunità urbane a più rapida crescita degli Stati Uniti. “Quando si deve supportare il sistema giudiziario criminale, anche il downtime occasionale non è accettabile. Sin dall’inizio ci siamo resi conto che Sonic era notevolmente al di sopra dei suoi concorrenti in termini di qualità del servizio e affidabilità, e lo dimostra il modo in cui hanno implementato gli standard Web Service. I nuovi strumenti basati su Eclipse migliorano in maniera significativa la nostra produttività nello sviluppo e nell’implementazione dei servizi in tutta la contea”.

“Sonic continua a rimanere all’avanguardia del mercato ESB con Sonic ESB 7.0, offrendo innovazioni che miglioreranno in modo significativo la produttività dei nostri team di progetto SOA”, ha concluso Joe Evans, vice president Sierra Systems, nota azienda di consulenza e system integration. “I nostri clienti ci chiedono sofisticate soluzioni di tipo Web Service, ma fino ad oggi non esisteva un prodotto che offriva supporto per applicazioni “mission critical”. La nostra partnership con Sonic ci permette di fornire soluzioni SOA aziendali aperte a clienti condivisi”.

Disponibilità
Sonic ESB 7.0 sarà disponibile dal 1 maggio 2006.
Ulteriori informazioni sul prodotto sono disponibili al sito www.sonicsoftware.com/products/esb7/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *