Suunto Core, computer da polso

ModaSuunto

Suunto presenta nuovi modelli Suunto Core, computer da polso per le attività all’aria aperta Suunto celebra il 10° anniversario dei suoi strumen ti sportivi outdoor, presentando due nuovi modelli del Suunto Core: il Suunto Core Alu Black ed il Suunto Core All Black.
Suunto Core
Suunto Core è lo strumento sportivo per le attività all’aria aperta. Raccoglie un’ampia gamma di dati precisi per assistere gli utenti che praticano attività outdoor. Unisce funzioni ABC (altimetro, barometro e bussola) avanzate con caratteristiche utili, quali profondimetro, ora dell’alba e del tramonto e un menu disponibile in quattro lingue.

L’allarme temporale e la misurazione della differenza altimetrica assistono nelle escursioni, assicurando una miglior sicurezza in condizioni estreme. Il robusto Suunto Core All Black unisce design accattivante a caratteristiche tecniche avanzate per affrontare elegantemente le situazioni outdoor più rischiose.

“Fino dall’inizio, 72 anni fa, quando Tuomas Vohlonen, avido esploratore, aveva inventato la prima bussola riempita a liquido, l’obiettivo di Suunto è stato quello di realizzare strumenti sportivi precisi, affidabili e facili da utilizzare. Questo approccio ha creato negli anni una sequenza di innovazioni come il lancio del leggendario Suunto Vector nel 1998. E’ stato il primo cronografo da polso a scalare la vetta del Monte Everest ed ha così spianato la strada per gli sportivi di tutto il mondo”, spiega Petteri Hernelahti, Category Manager per Suunto Outdoor. Utilizzatore entusiasta del Suunto Core è lo svizzero Ueli Steck che, in febbraio, aveva superato il record della scalata della parete nord dell’Eiger, la più famosa parete delle Alpi. Per l’ascensione del percorso Heckmair della parete nord, Steck ha usato il suo Suunto Core per misurare dati precisi, come tempo e altitudine. Il Suunto Core di Ueli ha monitorato l’altitudine man mano che lo svizzero scalava la parete di 1800m ad una media di 10,8 metri verticali al minuto. Egli ha così stabilito un nuovo record di 2 ore, 47 minuti e 33 secondi. In maggio, Steck ha ricevuto il suo primo riconoscimento Eiger Award per il nuovo record, l’ alpinismo in generale, la sua personalità e la sua generosa azione durante un’operazione di salvataggio sull’Annapurna avvenuta a maggio.

In giugno, Suunto Core si è conquistato gli onori in uno dei principali e più difficili concorsi internazionali di design, aggiudicandosi il premio “red dot (punto rosso): best of the best (migliore tra i migliori)”, al concorso per il red dot design, in Germania. Nello scorso dicembre, la rivista americana Men’s Journal ha conferito a Suunto Core il premio Gear of the Year (strumento dell’anno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *