The Weatherman, l’uomo delle previsioni con Nicolas Cage

CinemaEagle PicturesTrailer

Nicolas Cage, già vincitore di un Premio Oscar, interpreta David Spritz l’addetto al servizio delle previsioni meteorologiche della Tv di Chicago, che ha un colpo di fortuna quando “Hello America” uno show mattutino nazionale lo chiama per un provino.

David che è al top della sua carriera professionale, nella vita personale sta subendo una sconfitta dietro l’altra, così rapidamente come cambia il tempo. Il suo doloroso divorzio, la malattia di suo padre, ed i guai con i figli, lo tengono sospeso tra stabilità e calamità.

Nel cercare di riprendere il controllo della situazione, David lentamente capirà che la vita, molto più del tempo, è imprevedibile.

Eagle Pictures presenta “The Weatherman”, un film di Gore Verbinski, prodotto da Escape Artist, con Nicolas Cage. Il film, diretto da Gore Verbinski, con una sceneggiatura scritta da Steven Conrad, è prodotto da Todd Black, Steve Tisch e Jason Blumenthal. Nel cast troviamo Michael Caine e Hope Davis, i produttori esecutivi sono David Alper, William S. Beasley e Norm Golightly, coproduttore è Steven Conrad.

FILM COMICO SEPPUR PARZIALMENTE DRAMMATICO

David Spritz (Nicolas Cage) è l’addetto alle previsioni meteorologiche di una stazione televisiva locale di Chicago, Channel 6.

Per molti, lui è oltre che colui che prevede il sole, la pioggia o la neve, è anche un bersaglio mobile. Regolarmente colpito con bottiglie di gassosa, malto e cibo da ammiratori gelosi, molti dei quali hanno nei suoi riguardi un rapporto di odio e amore, David non vuole altro che rispetto…in modo particolare da suo padre, il pluripremiato autore Robert Spritzel (Michael Caine). Vuole anche che la sua ex moglie (Hope Davis) torni ad amarlo, che sua figlia (Gemmenne De La Pena) sia felice, e che suo figlio (Nicholas Hoult) stia lontano dai guai. A parte questo, a David non importa molto essere un bersaglio.

Ma sebbene la vita di David sia tutta un intimo tumulto, all’esterno il metereologo rimanda l’immagine tutta sorrisi di una persona che ha ogni cosa sotto controllo. Persino i produttori del prestigioso programma in onda da New York “Hello America” condotto da Bryant Gumbel (nel ruolo di se stesso) hanno notato il suo modo di lavorare e lo convocano per una audizione per il loro show mattutino. Tuttavia nemmeno la carriera in ascesa sembra poter arrestare il fatto che la vita privata di David vada in malora, e come molti dei tornado che prevede, lo conduca verso la distruzione.

Per Nicolas Cage la sceneggiatura è stata una sorpresa e le emozioni che tutti i personaggi trasmettono hanno attirato il suo interesse. Dice: “La mia prima reazione dopo aver letto lo script è stata quello di riconoscerne una intrinseca onestà. E’ piena di contorcimenti e svolte e mi ha sorpreso per il fatto di non sapere come si sarebbe evoluta. Per quanto riguarda il personaggio a cui presto il volto, David Spritz, mi dà l’opportunità di esprimere una vasta gamma di emozioni ed interpretare il ruolo di qualcuno che non avevo mai fatto prima.”

Il regista, Gore Verbinski, fresco del successo di “Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl” ha trovato agevole lavorare con Cage, in modo particolare perché la sceneggiatura richiede delle variazioni di intensità che solo un attore del suo calibro poteva interpretare alla perfezione.

Aggiunge Verbinski: “Non c’è nessuno che possa interpretare il ruolo di David Spritz meglio di Nicolas Cage. Il ruolo richiedeva qualcuno in grado di apportare alla recitazione sia pathos che humor e Nic si è rivelato assolutamente brillante”
Cage è stato ugualmente entusiasta della collaborazione con Verbinski tanto da definirla una collaborazione d’amore. “Gore ed io abbiamo avuto un magnifico rapporto sul set ed entrambi abbiamo intravisto l’opportunità di sperimentare qualcosa di più con questo film” ricorda Cage. “Non voglio rivelare tutte le cose che abbiamo cercato di fare, ma posso dire che il pubblico rimarrà piacevolmente sorpreso quando vedrà questo film”.

Ma Cage stesso è rimasto sorpreso dalla difficoltà di interpretare un metereologo, pensando che si trattasse semplicemente di spingere qualche bottone e di mostrarsi conoscitore di un po’ di geografia. E’ stato inoltre affascinato dalla presenza magnetica del coprotagonista, il due volte vincitore di un premio Oscar, Michael Caine.
“Michael conferisce sicuramente quell’aura di intimidazione, direi una presenza ferma, che è molto appropriata per l’interpretazione del ruolo del padre di David Spritz” osserva Cage. “Inoltre è uno di quegli attori che è un maestro nell’arte di mantenere fisso lo sguardo senza alcun battito di ciglia, aiutato poi da quei suoi freddi occhi azzurri…così quando il mio personaggio pensa di avere dei guai nell’incontrare lo sguardo di suo padre, beh tutto diventa reale.”

Il regista Verbinski afferma che Caine ha sapientemente interpretato il ruolo come nessun altro attore avrebbe saputo fare. “Michael ha l’abilità di nobilitarlo senza essere freddo. E per la natura del suo personaggio, questo è estremamente importante.”

Caine non ci ha pensato due volte prima di firmare il contratto per interpretare il padre di David Spritz, grazie alla qualità dello script, al regista e agli altri attori con cui avrebbe lavorato. “Qualcuno ha detto una volta che un uomo si giudica dalle compagnie che frequenta, e questa è un’ottima compagnia” dice Caine . “La sceneggiatura mi ha portato dalle risate alle lacrime e poi ancora alle risate. Questo è uno di quei film che non è una commedia, un dramma o una tragedia, è tutte queste cose insieme, perché è realistico tanto quanto lo è la vita”.

L’attrice Hope Davis, già nominata per un Golden Globe, che interpreta Noreen, l’ex moglie di David Spritz, non può che trovarsi assolutamente d’accordo. “Questo film è uno sguardo nudo sulla cultura americana e tratta di faccende molto reali, a volte dolorose, in maniera umoristica. Di fatto è un film coraggioso che racconta una storia toccante” osserva Davis. “Ma ha anche dei momenti molto succosi che sicuramente il pubblico gradirà”.

La Davis ha una sconfinata ammirazione per Cage, la cui performance, a suo dire, non è solo divertente, ma non poteva essere uguagliata da nessun altro attore. “Nic ha dato vita ad un personaggio così particolare e lo ha interpretato in un modo molto simpatico!” esclama la Davis. “Voglio dire, il povero David Spritz cerca di fare tutte le cose nel modo giusto, ma non riesce ad imbroccarne una!”

Il regista Verbinski sottolinea che il ruolo di Noreen interpretato dalla Davis è cruciale per la rappresentazione della famiglia e della perdita che rappresenta per David Spritz. “Nel ruolo della ex moglie, Hope deve dar vita ad ambedue le parti della loro relazione che si sta disintegrando” dice Verbinski. “Da un lato, il pubblico sicuramente vorrà che loro tornino insieme, ma allo stesso tempo, lei ci fa capire che la cosa non potrebbe funzionare. Hope è un’attrice con un talento immenso, e le sfumature che apporta al personaggio danno un enorme supporto alla performance di Nic in tutto il film”.

Cage è d’accordo ed aggiunge che le particolarità nel suo personaggio, di quanto cerchi con fatica di riconquistare Noreen, nascono da un profondo amore che lo lega alla sua famiglia. “Nei fallimenti e negli errori di David, vediamo un uomo che sta realmente cercando di fare del suo meglio, e tutto ciò gli viene dal profondo amore che nutre.” Osserva Cage. “Penso che questo film dipinga un ritratto realistico di ciò che le famiglie attraversano – il bene ed il male”.

UNA GRANDE PRODUZIONE

Quando il produttore Todd Black (“A Knight’s Tale”, “Antwone Fisher”) ha letto la sceneggiatura di “The Weather Man” scritta da Steven Conrad (“Wrestling Ernest Hemingway”) ha immediatamente riconosciuto una scrittura brillante. “La sceneggiatura di Steve è stata una delle più divertenti, quasi unica, toccante, che abbia mai letto nella mia carriera di produttore” dice Black. “E’ la storia molto ben raccontata della vita di un uomo con la sua famiglia, la sua carriera ed i suoi pensieri, in cui tutti possiamo identificarci. E’ una storia onesta e schietta, e non ha avuto bisogno di accorgimenti di alcun genere. Penso che il pubblico l’ apprezzerà”

Lo sceneggiatore Steven Conrad dice che la sua visione del film è stata pienamente realizzata e non pensa che altri registi, attori e produttori potessero essere più adatti a sfruttare al meglio il potenziale di “The Weather Man”. “Tutte le persone coinvolte nel progetto sono state meravigliose ed ognuno ha apportato qualcosa di diverso al film. E’ uno sguardo simpatico su tutte le cose che possono capitarci nella vita”.
Cercando di provare che la vita può essere una lotta ma bisogna cercare di farsi anche delle belle risate, “The Weather Man” attrae non solo per il cast di grande valore ma anche per alcuni personaggi reali che appaiono in diversi cammei. Per esempio, il famoso conduttore Bryant Gumbel e lo chef di Californian Cuisine Wolfgang Puck sembrano aver aggiunto autenticità al programma fittizio mattutino dal titolo “Hello America”. In aggiunta, Tom Skilling, capo metereologo per una stazione televisiva di Chicago e per il Chicago Tribune, ha avuto una particina nel film ed è stato anche consulente tecnico.

“Sono rimasto molto impressionato dall’attenzione ai dettagli del regista, del cast e dell’intera troupe” dice Skilling, che ha insegnato a Nicolas Cage a leggere sul croma key e come comportarsi davanti ad un grande schermo verde. “ I grafici al computer sono sovraimpressi su questo pazzesco schermo che al pubblico sembra molto diverso, ed io ho insegnato a Nic come interagire con esso. A dir la verità, mi sono stupito nel vedere quanto poco tempo ci abbia messo a prendere confidenza perché può ingannare, ma sembrava così naturale come se l’avesse fatto per anni!”.

Oltre al fatto che la sceneggiatura lo prevedeva espressamente, i produttori hanno girato il film a Chicago anche per una ragione molto importante, il tempo. “A Chicago il tempo varia in continuazione per gran parte dell’anno, e la gente prende molto sul serio le previsioni meteorologiche prima di affrontare la giornata” dice lo sceneggiatore Steven Conrad. “A Chicago la gente chiama i meteorologi per nome poiché sono abituati a seguire le condizioni del tempo più volte al giorno. Infatti gli addetti alle previsioni del tempo stabiliscono questa specie di sensazione del tipo “siamo tutti sulla stessa barca” che dà loro il tipo di celebrità che ha anche David Spritz.”

Nicolas Cage concorda: “I meteorologi di Chicago sono molto importanti perché ognuno in città si fida molto di loro. Se sbagliano, possono veramente rovinare la giornata delle persone perché qui il tempo è molto importante. Si possono avere trenta gradi un giorno e diciotto il giorno dopo. A Chicago la funzione del metereologo è molto diversa da quello di Los Angeles”. Cage sottolinea. “A Los Angeles il metereologo non ha nessuna stagione da prevedere. Ci sono terremoti ed incendi, ma il tempo? Non ce n’è in effetti”.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *