I campioni del mondo fermati dai giganti all whites

SportSudafrica 2010

Nello stadio di Nespruit si è disputata la 4′ partita del girone F: Italia – Nuova Zelanda. I campioni del mondo non vanno oltre l’ 1 a 1, dopo una prestazione non certo brillante contro i neozelandesi, che allo stesso modo, pur non avendo disputato una gara eccezionale, hanno messo in difficoltà la nazionale italiana. Non è stata una partita entusiasmante, i ritmi sono stati piuttosto blandi ed ad una sicura superiorità tecnica degli azzurri ha fatto da contrappeso una superiorità fisica, atletica degli all whites. Ad ogni modo la strada per gli ottavi si complica per l’Italia, ora quasi costretta a vincere contro la Slovacchia.
Nel primo tempo gli azzurri non partono benissimo, frettolosi, disordinati e poco incisivi. La Nuova Zelanda che a tratti appariva intimorita, fa il suo gioco e prende coraggio. Lancia palle alte per sfruttare l’altezza dei suoi giocatori e la velocità di Bertos sulla fascia.
Italia Sud Africa 2010
Al 7′ arrivo il goal degli all whites ad opera di Smeltz che devia in rete un punizione di Elliot. Palla deviata da Cannavaro che involontariamente fa un assist al neozelandese, che in dubbia posizione di fuorigioco, insacca alle spalle di Marchetti. L’ Italia reagisce, con Montolivo prima, poi con Chiellini e Zambrotta. Al 28′ l’arbitro Bartres assegna un rigore agli azzurri per un fallo di Smith sul sempre ottimo De Rossi. E’ Iaquinta a realizzare l’ 1 a 1. Sollevati dal pareggio gli azzurri continuano ad attaccare. Gli all whites si difendono fino alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo l’Italia gioca meglio, attacca a testa bassa, ma il portiere Fallon chiude la porta avversaria, facendo delle parate eccezionali. Di Natale e Camoranesi hanno rilevato Gilardino e Pepe. L’ Italia non riesce a segnare e la Nuova Zelanda, chiusa nella sua meta campo, difende il pareggio e sfiora il goal con Wood. Brivido per gli azzurri.

Nel finale c’è spazio anche per Pazzini, ma nulla di fatto fino alla fine del match. Un pareggio che vale una vittoria per i neozelandesi. che esultano sugli spalti, e continuano a crederci. Un pareggio che sta veramente stretto ai campioni del mondo invece, che si complicano la vita. Tutto è rinviato alla partita contro la Slovacchia, il 24 giugno.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

1 Commento

  1. Marco ha detto:

    Manca quel giocatore che ti mette dentro il pallone in rete.. Forse l’unica cosa che manca a questa nazionale.. L’errore in difesa può capitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *