Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Toyota: alla Dakar con il nuovo GR Hilux EVO T1U

TOYOTA GAZOO Racing (TGR) gareggerà nel 2024 con la versione aggiornata della vettura vincitrice della Dakar, ora nota come GR DKR Hilux EVO T1U, un nome che riflette sia gli aggiornamenti della vettura che la nuova categorizzazione W2RC.

La nuova vettura è più larga di 100 mm rispetto alla precedente e include diversi miglioramenti. Le sospensioni sono state oggetto di particolare attenzione e il climatizzatore è stato riposizionato per una maggiore efficienza. Inoltre, l’auto è stata dotata di un nuovo pacchetto di raffreddamento, che consente una maggiore ridondanza.

L’attenzione di Toyota alla qualità, alla durata e all’affidabilità è stata un fattore chiave nello sviluppo della nuova vettura. In quanto tale, l’auto è stata in costante sviluppo durante tutto l’anno e gli equipaggi di TGR hanno completato quasi 30.000 km di gare e test nella stagione 2023 di W2RC e SARRC.

Ulteriori test sono stati condotti nel deserto del Kalahari, nell’Africa meridionale, e un considerevole chilometraggio di prova è stato aggiunto nel deserto del Namib come parte dei preparativi finali per il Rally Dakar, in vista del W2RC del prossimo anno.

Allo stesso tempo, il team ha anche integrato i suoi piani per un futuro più sostenibile, con un occhio al progetto Dakar Future. Come parte del suo impegno in questo progetto, il team TGR Dakar ha stretto una partnership con Repsol, per raggiungere gli obiettivi richiesti ben prima della scadenza del 2026.

Repsol fornisce carburanti a TGR con il 70% di contenuto rinnovabile, utilizzando biocarburanti avanzati con una riduzione dell’impronta di carbonio di almeno il 70%, rispetto alla benzina convenzionale. Questi combustibili rinnovabili sono stati progettati e prodotti presso il Repsol Technology Lab di Madrid a partire da materiali di scarto rinnovabili, come l’olio da cucina usato. Sono stati prodotti in impianti certificati secondo lo schema di sostenibilità ISCC EU e le materie prime e i processi di produzione sono conformi ai requisiti di sostenibilità previsti dalla direttiva europea sulle energie rinnovabili.

La Dakar 2024 inizierà il 5 gennaio, con un breve prologo nei pressi della città settentrionale di Alula. Al prologo seguiranno sei tappe impegnative, tra cui un’innovativa tappa “48 hour Chrono”, che è essenzialmente una “marathon stage” estesa. Seguirà il tradizionale giorno di riposo, che si svolgerà nuovamente nella capitale saudita di Riyadh (13 gennaio 2024). Altre sei tappe riporteranno il rally verso la parte settentrionale del paese, prima che l’evento si concluda nella città costiera di Yanbu, il 19 gennaio.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Sport

Il Rally di Roma Capitale e Sparco hanno annunciato il prolungamento della loro fruttuosa collaborazione anche per l’edizione 2024 dell’evento, che si terrà dal...

Motori

INEOS Automotive ha presentato il Grenadier Detour, il primo veicolo in edizione limitata realizzato dalla nuova divisione Arcane Works. Questo 4×4 sarà prodotto in...

Motori

Triumph Motorcycles chiude il FY24 (anno fiscale 2024, ovvero i 12 mesi dal 1 luglio 2023 al 30 giugno 2024) con il proprio record storico...

Motori

L’edizione della campagna Vacanze Sicure 2024 promossa dalla Polizia di Stato con il sostegno di Assogomma ha visto impegnate su strada decine di pattuglie...