Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Tecnologia

LG: nuovi monitor per il gaming ad altissime prestazioni

Quello che accomuna tutti i gamer, che si tratti di professionisti abituati a giocare quotidianamente o di gamer occasionali che giocano per rilassarsi dopo il lavoro o nelle pause dallo studio, è la consapevolezza che il  monitor può davvero fare la differenza tra vittoria e sconfitta. Per ottenere il massimo dai giochi più recenti, in cui le azioni sono rapide e movimentate, è importante infatti che il monitor sia in grado di restituire l’azione senza immagini sfocate, sfarfallii, tearing e altri artefatti da movimento. Per soddisfare questa esigenza LG Electronics presenta i nuovi monitor gaming UltraGear della serie GP850 nelle versioni da 27 e 32 pollici, che da oggi, sono disponibili anche in Italia.

I nuovi monitor UltraGear della serie GP850 utilizzano la tecnologia Nano IPS con tempi di risposta 1ms (GtG) per offrire una riproduzione accurata dei colori e un’ampia gamma cromatica che copre il 98% dello spazio colore DCI-P3. Oltre ad offrire rapidità alle immagini senza sfarfallii, mantengono allo stesso tempo una riproduzione accurata dei colori e immagini nitide e prive di distorsioni, grazie ad un ampio angolo di visione, garantendo ai gamer di sentirsi totalmente coinvolti nell’azione di gioco.

Progettati per offrire livelli di gioco incredibili, questi monitor si presentano con risoluzione 2560×1440 (Quad HD), che garantisce immagini nitide e chiare fin nei minimi dettagli. Grazie ad un refresh rate di 180 Hz in overlock offrono un livello superiore di gioco, riducendo le sfocature e donando fluidità alle immagini. Compatibili con NVIDIA G-SYNC® e con AMD FreeSync™ Premium, sono in grado di ridurre lo screen tearing e minimizzare lo stuttering, garantendo l’uniformità della frequenza dei fotogrammi durante il gioco e assicurando prestazioni fluide e perfette in qualsiasi frame.

Entrambi i modelli consentono di vivere un’esperienza visiva incredibilmente immersiva, grazie ad una luminosità di 400nit per il modello da 27” (con un picco di 500nit, è compatibile con certificazione VESA DisplayHDR 400) e la compatibilità con HDR10 e una luminosità da 350nit per il modello da 32”.

Per poter vivere una esperienza di gioco assolutamente ottimale è necessario creare la propria postazione da gaming adattandola alle proprie esigenze. Per questo motivo i monitor della serie GP850 consentono elevali livelli di personalizzazione. Infatti, il supporto ha un design ergonomico flessibile che si alza (fino a 110mm), abbassa, inclina e ruota per adattarsi facilmente ad ogni stile di gioco. Anche la modalità di gioco può essere personalizzata. I giocatori, infatti, possono scegliere la modalità di gioco Gamer, FPS o RTS e regolare le impostazioni per qualsiasi tipo di gioco. Inoltre, grazie alla funzionalità Black Stabilizer, che rileva automaticamente la zona più scura e la illumina, è possibile ottenere la massima visibilità anche nelle scene più scure. Infine, con Dynamic Action Sync l’input lag è ridotto al minimo per un gameplay ottimizzato, che consente di ottenere un’esperienza di gioco di livello professionale.

I nuovi monitor UltraGear della serie GP850 dispongono di diverse opzioni di connettività che includono due porte HDMI 2.0 e un singolo ingresso DisplayPort 1.4, un jack audio per 3,5mm e due porte USB 3.0. 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Tecnologia

ASUS Republic of Gamers (ROG) annuncia la disponibilità in Italia degli auricolari gaming ROG Cetra II e delle cuffie bluetooth on-ear ROG Strix Go BT. Entrambi i dispositivi...

Società

Far viaggiare i treni ad una velocità quasi doppia rispetto a quella attuale, senza modificare le caratteristiche principali delle linee ferroviarie. È un miraggio?...

Tecnologia

Sarà un’estate a tempo di musica e, per mantenere il ritmo giusto, ecco cosa suggerisce JBL, brand specializzato nell’offrire agli utenti un suono di...

Tecnologia

Con l’incremento di video sempre più brevi negli ultimi 18 mesi, i giovani si sono sempre più rivolti al vlogging per registrare e condividere...