Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Nissan Juke Hybrid: piacere di guida ed efficienza

E’ il primo modello elettrificato del B-SUV di casa Nissan. Nissa Juke Hybrid è un crossover coupè agile e rilassante che propone la meccanica già adottata nelle Renault Captur, Clio e Arkana, con cui la crossover compatta giapponese condivide anche la piattaforma modulare CMF-B. Noi l’abbiamo provata nell’ allestimento N-Design.

Dal punto di vista del design, la novità più evidente è il nuovo disegno del frontale, più aerodinamico, con la calandra centrale ottimizzata per i flussi d’aria che presenta il nuovo logo del Marchio, e la griglia inferiore, dotata di paratie mobili per raffreddare meglio le componenti meccaniche. Lo spoiler posteriore è stato riprofilato per permettere al lunotto posteriore di beneficiare di un flusso d’aria più pulito. Per lo stesso motivo sono stati rimodellati e riposizionati anche i passaruota situati sulle ruote anteriori, mentre il retrotreno si è arricchito di una copertura per facilitare il passaggio dell’aria sotto il veicolo. La versione N-Design si distingue per la carrozzeria bicolore e per i cerchi da 19 pollici “Akari” che aggiungono un tocco di sportività. Il tetto nero completa il look armonizzandosi con i retrovisori dello stesso colore.

All’interno, l’abitacolo è ben rifinito. La N-Design può contare su volante e pomello del cambio rivestiti in pelle e su sedili anteriori dal look sportivo. Dentro si sta comodi in 4 perchè il passeggero centrale del divano posteriore deve fare i conti con un tunnel abbastanza ingombrante. Il bagagliaio ha una capacità di 354 litri, con una piccola riduzione di 68 litri rispetto alla versione benzina, a causa dell’ingombro della batteria da 1,2 kWh. Con i sedili posteriori ripiegati, il bagagliaio mantiene la miglior capienza della categoria con 1.237 litri, mentre lo spazio per le ginocchia resta invariato a 553 mm.

Sulla plancia fa la sua comparsa la strumentazione digitale dedicata alla versione ibrida. Sul quadrante di destra è visualizzata la velocità e su quello di sinistra l’indicatore di potenza, con l’ago che si sposta tra “charge”, quando è in corso la rigenerazione energetica, “eco”, quando la propulsione è elettrica, e “power”, quando si combinano motore termico e motore elettrico. Nel quadrante di sinistra in basso c’è l’indicatore dello stato di carica della batteria. Sul display da 7” situato tra i due quadranti compare una rappresentazione visiva del flusso di potenza: i flussi energetici sono rappresentati con un’animazione semplice e chiara che consente al conducente di capire perfettamente come funziona il sistema.

Il pulsante dell’e-Pedal è posizionato nella consolle centrale, dietro a quello del freno di stazionamento elettrico, mentre il pulsante per attivare la modalità 100% elettrica è situato tra due delle bocchette d’aria centrali. Quando l’e-Pedal e l’EV Mode sono attivati, compare un promemoria visivo in basso nel display. Al centro della plancia svetta il display Touchscreen da 8″, completo di tutto il necessario, compresa la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto con cavo USB.

Il motore ibrido di JUKE è composto da un motore Nissan a combustione interna di nuova generazione e all’avanguardia appositamente sviluppato per funzionare su motorizzazioni ibride, erogando una potenza di 69 kW (94 cv) e una coppia di 148 Nm.

Per la propulsione elettrica, invece, Nissan ha fornito il principale motore elettrico che eroga una potenza di 36 kW (49 cv) e una coppia di 205 Nm, mentre Renault ha contribuito con lo starter/generatore ad alta tensione da 15kW, con l’inverter, con la batteria raffreddata ad acqua da 1,2 kWh e con il cambio fortemente innovativo. Il risultato è un propulsore che eroga il 25% di potenza in più rispetto al motore benzina.

Su strada La Juke Hybrid è una vettura sorprendente per la sua eccezionale fluidità durante la guida, soprattutto in contesto urbano dove si raggiunge anche l’80% di guida in modalità elettrica. All’avviamento e in fase di accelerazione il motore a combustione si fa sentire ma il comfort acustico è comunque di buon livello. Il motore elettrico offre una buona spinta e aiuta nelle ripartenze. Piacevole anche l’assetto che si dimostra stabile e ben confortevole.

Il listino della Juke Hybrid parte da 30.300 euro per la versione N-Connecta, un livello intermedio all’interno della gamma. Gli allestimenti più essenziali non sono disponibili con questa motorizzazione.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

“GSe” ritorna. L’acronimo del nuovo marchio Opel, però, significa “Grand Sport electric” ed è dedicato a modelli dinamici ed elettrificati di alta gamma come...

Motori

L’11 luglio Omoda & Jaecoo è sbarcato al più importante evento automobilistico del mondo, il Festival of Speed di Goodwood, nel Regno Unito, con...

Motori

Il BMW Group ha fatto storia diventando la prima casa automobilistica a ricevere il prestigioso certificato Car Connectivity Consortium (CCC) Digital Key. Questo riconoscimento...

Tecnologia

I consumatori di oggi hanno aspettative che cambiano continuamente, e la digitalizzazione della vita quotidiana ha coinvolto numerosi settori. Acquistare prodotti e servizi online...