Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Sport

MINI Electric Pacesetter, ispirata alla John Cooper Works

MINI Electric Pacesetter ispirata alla MINI John Cooper Works è la nuova Safety Car per la serie di gare dell’ABB FIA Formula E World Championship e, come tale, collega il futuro elettrificato del marchio con la variegata storia d’automobilismo sportivo della John Cooper Works. La vettura è stata creata partendo dalla Nuova MINI Cooper SE come parte di una collaborazione senza precedenti tra MINI Design, BMW Motorsport, la FIA e la Formula E.

Gli esterni della MINI Electric Pacesetter ispirati al modello John Cooper Works sono stati costruiti appositamente per la pista e rappresentano l’interpretazione più dinamica di una MINI ad alimentazione completamente elettrica. Nella parte anteriore della vettura, i classici tratti del brand come i fari circolari e la griglia esagonale del radiatore creano il volto familiare e facilmente riconoscibile di MINI. Allo stesso tempo, gli elementi caratteristici John Cooper Works, come i passaruota adattati alla carreggiata della vettura e la profonda grembialatura anteriore con ulteriori splitter anteriori a sinistra e a destra, migliorano l’aspetto sportivo del frontale. La “griglia del radiatore” vuota e il logo MINI Electric sottolineano il “cuore” elettrico della Safety Car. Considerato che praticamente non è necessario il raffreddamento del sistema di propulsione attraverso la zona superiore della griglia, la parte anteriore è in gran parte chiusa per favorire l’aerodinamicità.

La parte posteriore in nero e Curbside Red met. utilizza superfici con accenti gialli per estendere il linguaggio di design accattivante dalla parte anteriore e dalle fiancate, delineando una figura estremamente moderna e dinamica. Il prominente alettone posteriore montato sul tetto con flusso d’aria e accenti in giallo integra anche il gruppo ottico di segnalazione ed è stato stampato in 3D presso lo stabilimento di Oxford. I passaruota svasati accentuano l’ampia carreggiata della vettura e la transizione senza interruzioni nella pronunciata grembialatura posteriore.

La grembialatura posteriore ha dei tagli intorno alle ruote, liberando la vista verso gli pneumatici da corsa ad alta aderenza. Tra le ruote si trova un diffusore disadorno. Quando si guarda l’auto da questa angolazione, gli accenti in Energetic Yellow e la mancanza di terminali di scarico la identificano subito come un’auto alimentata da un sistema di trazione elettrica.

L’interno è ridotto all’essenziale; rimangono solo i sedili anteriori. L’area del guidatore consiste in un sedile certificato con cintura a sei punti approvata sia per le corse che per l’uso su strada, un volante con assorbitore d’urto in fibra di carbonio dal design minimalista e un quadro strumenti digitale. Il display informativo centrale lascia qui il posto a una copertura in fibra di carbonio per ridurre ulteriormente il peso. La console centrale ospita la leva del cambio, il freno a mano e i controlli per le luci di segnalazione necessarie – tutto in fibra di carbonio a vista.

Il sistema di propulsione – anch’esso basato su quello della MINI Cooper SE – produce 135 kW e 280 Nm (206 lb-ft), che permette alla MINI Electric Pacesetter di accelerare da 0-100 km/h (62 mph) in 6,7 secondi (modello standard: 7,3 s) e da 0-60 km/h (37 mph) in 3,6 secondi (modello standard: 3,9 s). Ancora più importanti per una Safety Car, però, sono le cifre a medio raggio. Qui, la MINI Electric Pacesetter sfrutta fino in fondo la coppia corposa del suo sistema di propulsione elettrica con trasmissione a velocità singola, raggiungendo 80-120 km/h (75 mph) in 4,3 secondi (modello standard: 4,6 s).

La MINI Electric Pacesetter ispirata al modello John Cooper Works entrerà in azione per la prima volta a Roma il 10 aprile 2021 in occasione del secondo evento (Gara 3) della stagione 2021 della Formula E. Al volante ci sarà il pilota ufficiale della FIA Formula E Safety Car Bruno Correia, mentre i piloti BMW i Andretti Motorsport Maximilian Guenther (GER) e Jake Dennis (GBR) si daranno battaglia per la vittoria sulle loro BMW iFE.21.

“Agilità, prestazioni, un’auto bella da vedere: la MINI Electric Pacesetter Safety Car per il FIA Formula E World Championship ha tutto,” ha dichiarato Correia. “È molto divertente da guidare, sembra di essere in un kart”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Motori

smart festeggia l’arrivo del mondiale di Formula E nella Capitale con la racingrey, due nuove limited edition tutte italiane che, oltre a sottolineare il...

Giochi

Polyphony Digital Inc., studio di sviluppo creatore del franchise Gran Turismo™, e FIA annunciano che il FIA Certified Gran Turismo™ Championships 2021 inizierà mercoledì 21 aprile. Il...

Sport

Il team Nissan e.dams arriva a Roma per affrontare le prime due gare europee della nuova stagione dell’ABB FIA Formula E World Championship. Il...

Tecnologia

Il BMW group prosegue lo sviluppo e l’implementazione in nuovi mercati della My BMW App e della MINI App presentate di recente. Alla base della rapida espansione dei...